Idee per il Ponte del 25 Aprile nel Lazio e cosa fare a Roma, eventi

Idee per il Ponte del 25 Aprile nel Lazio e cosa fare a Roma, eventi
  • 1 anno ago
  • 9Minutes
  • 1749Words
  • 245Views

Il Ponte del 25 Aprile, noto anche come Ponte della Liberazione, è una festività nazionale in Italia che cade celebra ogni anno la liberazione dall’occupazione nazista durante la Seconda Guerra Mondiale.
Ecco alcune idee per il Ponte del 25 Aprile, dove passarlo nel Lazio: ci sarà un excursus di suggerimenti ed idee, poi nell’articolo si passerà più nel dettaglio ad eventi come mostre, mercatini e sagre.

Infine una “chicca” aggiuntiva.

Idee per il Ponte del 25 Aprile nel Lazio e cosa fare a Roma, eventi

Ecco alcune idee su come potresti trascorrere il Ponte del 25 Aprile nel Lazio:

  1. Visita Roma: La città eterna offre un’infinità di attrazioni turistiche, tra cui il Colosseo, il Foro Romano, la Città del Vaticano con la Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani. Puoi anche passeggiare per le affascinanti strade del centro storico di Roma, visitare le piazze famose come Piazza Navona, Piazza di Spagna e Piazza del Popolo, e gustare la cucina italiana nei ristoranti locali.
    ( più giù nella pagina troverai gli eventi a Roma per quelle date)
  2. Escursione ai Castelli Romani: Situati a breve distanza da Roma, i Castelli Romani sono una serie di pittoreschi paesi collinari, tra cui Castel Gandolfo, Ariccia e Frascati. Puoi visitare le ville storiche, degustare i vini locali e godere di panorami spettacolari sulla campagna romana.
  3. Relax sulle spiagge del Mar Tirreno: Il Lazio ha una costa sul Mar Tirreno con numerose spiagge sabbiose. Puoi trascorrere il tuo tempo libero in una delle località balneari del litorale laziale, come Sabaudia, Sperlonga o San Felice Circeo, godendo del mare, del sole e della sabbia.
  4. Visita i siti archeologici di Ostia Antica: Ostia Antica è un’antica città romana situata vicino al mare, ed è uno dei siti archeologici più importanti dell’Italia. Puoi esplorare le rovine ben conservate di questa antica città portuale, che era un importante centro commerciale e culturale dell’Impero Romano.
  5. Escursione al Parco Naturale dei Monti Simbruini: Questo parco naturale si trova nelle montagne del Lazio e offre paesaggi montani spettacolari, sentieri escursionistici e opportunità per il birdwatching. Puoi trascorrere il tuo tempo libero incontaminato in mezzo alla natura, facendo escursioni, picnic o semplicemente godendoti la tranquillità del luogo.

Queste sono solo alcune idee su come potresti passare il Ponte del 25 Aprile nel Lazio. La regione offre una vasta gamma di attività e luoghi da visitare, a seconda dei tuoi interessi e delle tue preferenze. Assicurati di pianificare in anticipo e verificare le restrizioni locali dovute alla situazione sanitaria attuale prima di viaggiare.
Buon divertimento nel tuo Ponte del 25 Aprile nel Lazio!

Idee per il Ponte del 25 Aprile: cosa fare a Roma

Festival dell’oriente Roma

25 aprile dove andare	170	n/a	
53
ponte del 25 aprile dove andare	110	€ 0,03	
60
cosa fare il 25 aprile a roma	110	n/a	
73
offerte 25 aprile	110	n/a	
67
week end 25 aprile dove andare	110	n/a	
53
week end 25 aprile offerte	90	n/a	
65
dove andare 25 aprile	90	n/a	
57
dove andare ponte 25 aprile	90	n/a	
54
week end aprile dove andare	90	n/a	
63
weekend aprile dove andare

Lasciati trasportare dai colori, le musiche e i profumi di terre lontane decine di spettacoli emozionanti che ti lasceranno letteralmente a bocca aperta!

Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, medicine naturali, si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni.
Interagisci e sperimenta gratuitamente decine di terapie tradizionali, visita il settore dedicato alla salute e al benessere con i suoi padiglioni dedicati alle terapie olistiche le discipline bionaturali, lo yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, shiatsu, bio musica, rebirthing, integrazione posturale, e molte altre ancora.

Il costo del biglietto per una sola data è Intero € 16,85 e Ridotto € 11,85.

Dove: Fiera di Roma, Via Portuense, 1645

Sagra del carciofo Agripark Roma

Sabato 22 e domenica 23 Aprile all’ AgriPark presso Azienda Agricola Biologica Agricoltura Nuova – Via Castel di Leva 371.

Dall’antipasto al digestivo solo CARCIOFI romaneschi, CARCIOFI di Sezze, CARCIOFI di Ladispoli e CARCIOFI biologici della campagna romana; per valorizzare i prodotti della nostra Terra e della nostra Regione, le aziende che li coltivano e li trasformano soprattutto per il piacere di cucinare i piatti tipici della tradizione:

Carbonara di CARCIOFI, Cacio e Pepe al profumo di CARCIOFI, Ravioli di ricotta alla gricia e CARCIOFI, Tagliolini al tartufo e crema di CARCIOFI, Coratella di agnello con CARCIOFI, CARCIOFI alla Giudia, CARCIOFI fritti dorati, CARCIOFI alla romana.

Carciofi freschi da acquistare e gustare a casa dalle nostre aziende agricole selezionate, oltre che  attività sportive, laboratori tematici ed intrattenimento. Adatto alle famiglie con i bambini.

 Ingresso GRATUITO!

Idee per il Ponte del 25 Aprile: eventi nel Lazio

Carnevale di Pontecorvo

Il Carnevale di Pontecorvo è una celebrazione affascinante della cultura locale e delle tradizioni popolari del Lazio. Questo carnevale è noto per le sue radici storiche e culturali, ed è uno dei carnevali più antichi e famosi del Lazio e del centro Italia.

Ecco alcune informazioni sul Carnevale di Pontecorvo:

Storia: Il Carnevale di Pontecorvo ha origini antiche, risalenti almeno al XV secolo. È una tradizione che ha radici nella cultura popolare e nel folklore della regione del Lazio. Nel corso degli anni, il Carnevale di Pontecorvo è cresciuto in popolarità e è diventato un evento molto atteso dalla comunità locale e dai visitatori.

Caratteristiche: Il Carnevale di Pontecorvo è noto per le sue maschere tradizionali, chiamate “cunti”, che indossano costumi colorati e maschere elaborate. Queste maschere sono realizzate in modo artigianale e rappresentano personaggi fantastici, animali, e figure storiche. Durante il carnevale, le “cunti” sfilano per le strade della città, ballando e intrattenendo il pubblico con le loro performance.

Eventi e attività: Il Carnevale di Pontecorvo offre una serie di eventi e attività per i partecipanti. Ci sono sfilate di carri allegorici, spettacoli di musica e danza, giochi tradizionali, concorsi di maschere, e altre attività culturali e ricreative. Durante il carnevale, le strade di Pontecorvo sono animate da una festosa atmosfera, con musica, balli e animazione per tutte le età.

Tradizioni: Una tradizione particolare del Carnevale di Pontecorvo è la “Danza delle Cunti”, in cui le maschere tradizionali danzano per le strade della città al ritmo di musiche locali. Questa danza è accompagnata da canti e suoni tradizionali, ed è uno degli elementi distintivi di questo carnevale. Altre tradizioni includono la cerimonia di apertura del carnevale, la consegna delle chiavi della città al Re del Carnevale, e la “Notte delle Maschere”, un evento serale in cui le maschere si esibiscono in performance artistiche.

Partecipazione: Il Carnevale di Pontecorvo coinvolge attivamente la comunità locale e offre opportunità di partecipazione per i residenti e i visitatori.
Le maschere tradizionali sono spesso realizzate dagli stessi partecipanti, che dedicano tempo ed energie alla preparazione dei costumi e delle maschere.
Le sfilate e le attività del carnevale sono aperte al pubblico, e i visitatori sono incoraggiati a partecipare alle festività e godersi l’atmosfera unica di questo evento tradizionale.

Pescosolido, “Pescofest”

Domenica 23 Aprile presso Corso Umberto a Pescosolido, Stand enogastronomici, animazione, musica, passeggiata, luna park… e molto altro, intrattenimento musicale, animazione per grandi e piccoli, e bolle giganti al vento.

Il tutto accompagnato dai piatti tipici della tradizione locale.

Il  Pescofest, è un tour enogastronomico nel centro del paese dalle ore 8.30 alle 18.

Festa della Primavera e sagra della pizza fritta Arsoli

Martedì 25 Aprile in Piazza Amico d’Arsoli.  Arsoli, la “piccola Parigi” di Luigi Pirandello, è una “ghiotta” occasione per conoscere il patrimonio culturale, le tradizioni, lo spiccato senso dell’ospitalità, gli eventi e le eccellenze gastronomiche locali.

Non perderti il Museo delle Tradizioni Musicali in Corso San Bartolomeo alle ore 10,00 – 12, 00 – 14,00 e 16,00.
I Musei resteranno aperti per l’intera giornata.

Dalle 10,00, in Piazza Amico D’Arsoli- Via Roma all’ingresso del paese ARCHEOMERCATO DELLA TERRA con esposizione delle eccellenze del territorio organizzato in collaborazione con la Condotta Slow Food di Tivoli e Valle dell’Aniene e MERCATINO DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO; dalle ore 12,30 “SI PRANZA IN PIAZZA”.
Nella splendida cornice della Piazza Valeria, in pieno borgo medievale, a prezzi contenuti e popolari si potranno gustare i piatti della tradizione contadina realizzati con modalità tipiche e con genuini prodotti locali: “sagne” – pasta di farina di grano e acqua fatta a mano realizzando una sfoglia, molto maneggiata, leggermente spessa e tagliata della larghezza di un dito. E’ condita con sugo di pomodoro, aglio e olio; “pizza summa co’ ll’erbe” – specie di pane schiacciato, ottenuto da un impasto di sola farina di grano, non lievitato, cotto al forno a legna, accompagnato da cicorie selvatiche o altre verdure “ripassate” in padella; “saciccie” – salsicce di suino di produzione locale, cotte alla brace; “pizzafritta roscia” – frittella realizzata con pasta lievitata fritta in olio bollente e condita con salsa di pomodoro, capperi ed altre spezie.
In caso di maltempo sono disponibili spazi coperti.

Dalle ore 15,30 “SAGRA DELLA PIZZAFRITTA” con distribuzione della tipica frittella “dolce” realizzata con impasto non lievitato e cosparso di zucchero (in alternativa e su richiesta anche con il sale); inoltre SPETTACOLO MUSICALE della BANDA DI BEBA.
L’area della festa è accessibile ai disabili.

Arsoli, a circa 50 km da Roma, si raggiunge con Autostrada A24 Roma-L’Aquila: uscite Vicovaro-Mandela o Carsoli-Oricola e proseguire per circa 10 Km sulla S.S. n. 5 Tiburtina fino al Km 60; – F.S. Stazione di Arsoli; con partenze da Roma sulla linea Roma-Avezzano-Sulmona; Autolinee COTRAL, dal Capolinea Metro Ponte Mammolo linea Roma-Subiaco o corse dirette.

cosa fare il 25 aprile	1.600	n/a	
72
ponte 25 aprile	880	€ 0,08	
72
dove andare il 25 aprile	720	n/a	
52
25 april	480	n/a	
72
weekend 25 aprile	390	n/a	
66
week end 25 aprile	390	n/a	
65
ponte 25 aprile lisbona	260	€ 0,18	
50
ponte 25 aprile dove andare	260	n/a	
59
ponte del 25 aprile	210	€ 0,39	
69
25 aprile cosa fare

3 Borghi da visitare nel Lazio

Il Lazio offre molti borghi affascinanti da visitare. Ecco tre suggestivi che potresti considerare di visitare per il Ponte.

  1. Civita di Bagnoregio: Conosciuta anche come “La città che muore”, Civita di Bagnoregio è un antico borgo situato su un’alta collina di tufo. Questo borgo è caratterizzato da stradine strette, edifici in pietra e panorami mozzafiato sulla valle circostante.
    Ciò che rende Civita di Bagnoregio unico è il suo stato di abbandono, con solo pochi residenti che ancora vivono qui. Civita di Bagnoregio è raggiungibile solo a piedi attraverso un ponte pedonale, il che lo rende un luogo davvero speciale e affascinante da visitare.
  2. Calcata: Situata su una ripida falesia di tufo, Calcata è un antico borgo con una storia affascinante. Questo borgo è noto per le sue case costruite direttamente sulla roccia, i vicoli tortuosi, e le viste panoramiche sulla valle sottostante. Calcata è anche famosa per essere stata una comunità di artisti negli anni ’60 e ’70, ed è ancora oggi una meta per gli amanti dell’arte e della cultura.
  3. Bagnaia: Bagnaia è un incantevole borgo medievale situato nelle vicinanze di Viterbo. Questo borgo è noto per i suoi affascinanti vicoli in pietra, le case in stile medievale e le mura antiche ben conservate. Uno dei principali luoghi di interesse di Bagnaia è la Villa Lante, un sontuoso giardino rinascimentale con fontane, giardini e terrazze panoramiche.
    Bagnaia è un luogo ideale per una piacevole passeggiata e per immergersi nell’atmosfera di un borgo medievale italiano.

Questi sono solo tre dei tanti borghi affascinanti che il Lazio ha da offrire. Ogni borgo ha la sua storia, cultura e bellezze uniche da scoprire, rendendo il Lazio una regione interessante e variegata da esplorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *