Lazio in primavera: 10 cose da fare, esperienze da non perdere

Lazio in primavera: 10 cose da fare, esperienze da non perdere
  • 1 anno ago
  • 4Minutes
  • 806Words
  • 76Views

La primavera è la stagione della rinascita, le giornate si allungano ,l’ aria diventa più calda, il clima più mite e si ha voglia di passare più tempo all’ aria aperta e fare delle gite fuori porta. Il Lazio è un’ ottima meta per una vacanza in primavera, con i suoi borghi medievali,le riserve naturali, i siti archeologici e i laghi. Scopriamo 10 cose da fare nel Lazio a primavera.

10 cose da fare nel Lazio a primavera

Lazio in primavera: 10 cose da fare, esperienze da non perdere

1-Roma

Roma è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, nel 1980. Ogni anno accoglie milioni di turisti, è famosa per i suoi tanti monumenti e luoghi d’ interesse religioso come Città del Vaticano, i musei vaticani,la Cappella Sistina, il Colosseo,  i Musei Capitolini, il Pantheon, Castel Sant’Angelo  e le numerose piazze e fontane come la famosa fontana di Trevi, dov’è d’ obbligo bittare una monetina. Primavera è il momento giusto per visitare la Capitale perchè il clima è mite e non è ancora affollata da tanti turisti, per questo ci sono meno file per visitare i maggiori luoghi d’ interesse.

2-Tuscia Viterbese

Lazio in primavera: 10 cose da fare, esperienze da non perdere

La Tuscia Viterbese è piena di meravigliosi e suggestivi borghi come:

  • Calcata, si trova su una montagna di tufo ed è chiamato anche il borgo delle streghe perchè viene considerato magico, si dice ci vivano hippy e streghe ma la verità è che è un posto molto frequentato da artisti, pittori, cantanti e attori che sono rimasti incantati dalla lentezza di questo posto, che sembra essere in un’ altra dimensione
  • Civita di Bagnoregio, chiamata anche la città che muore perchè fin dal tempo degli Etruschi è sempre stata a forte rischio sismico. Ancora oggi il colle di tufo su cui sorge la città continua ad erodersi, a causa delle acque dei fiumi e le intemperie. Si tratta di un luogo magico sospeso nel tempo.
  • Bomarzo è famosa per il suo Bosco Sacro, chiamato anche il Parco dei Mostri. Si tratta di un luogo antichissimo e surreale con all’ interno sculture scavate nella roccia, che raffigurano animali mitologici, mostri e divinità, circondate dalla natura incontaminata.
  •  Bolsena è una città suggestiva, soprattutto per la sua posizione sulle sponde del lago vulcanico e il meraviglioso paesaggio naturale in cui è immersa questa cittadina. 
  •  Riserva Naturale Monte Rufeno

3-Lago di Bracciano

Il Lago di Bracciano è uno dei 10 laghi più grandi d’Italia. Nei suoi dintorni potrete visitare il Castello Orsini Odelaschi e il Duomo di Santo Stefano. A pochi chilometri troverete Trevignano Romano con il suo splendido castello e il centro balneare Anguillara.

4-Ciociaria

La Ciociaria si trova a sud-est di Roma e ha come centro Frosinone, dove potrete visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il  Palazzo Pietro Tiravanti che ospita il Museo di Arte Contemporanea. Nei suoi dintorni c’è Anagni chiamata anche  “la città dei Papi” e i borghi  Alatri e Arpino che sono tra i più antichi del Lazio.

5-I Castelli Romani

I Castelli Romani sono un insieme di paesi che si trovano sui Colli Albani, rinomati per la produzione di vini, tanto da formare la “Strada dei Vini Romani“, un percorso costellato da cantine e vigneti, tra questi ci sono Marino, AricciaCastel GandolfoFrascati

6-La riviera di Ulisse

La riviera di Ulisse si trova in provincia di Latina ed è un tratto di costa caratterizzata da sabbia e meravigliose grotte. Le zone più belle sono:

  • San Felice Circeo dove si trova il Cristo sommerso.
  • Le spiagge di Gaeta con sabbia chiara e mare pulito
  • La spiaggia dell’Ariana
  • Sperlonga un paese che ha come caratteristica le case bianche che affacciano sul mare
  • Torre Truglia

7 – Tivoli e Villa d’Este

Tivoli è una città panoramica con origini ancora più antiche di quelle di Roma. Villa d’ Este è stata  riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. Al suo interno potrete ammirare numero affreschi, mentre il giardino è spettacolare con grotte, fontane e giochi d’ acqua. Tra le fontane più belle ci sono:

  • la Fontana del Bicchierone
  • la Fontana dell’Organo
  •  la Fontana dell’Ovato
  • la Fontana dei Draghi 
  • il Viale delle Cento Fontane 

8-Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise

Lazio in primavera: 10 cose da fare, esperienze da non perdere dove andare nel lazio a primavera lazio primavera  primavera lazio  lazio in primavera cosa fare esperienze lazio in primavera  cosa fare in primavera nel lazio

Il Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise è il più famoso a livello internazionale. E’ stato fondato l’11 gennaio 1923 ed è considerato uno dei parchi più antichi d’ Italia. Al suo interno ha meravigliosi borghi e centri visita e musei.

9-Isole Pontine

Le Isole Pontine sono raggiungibili con il traghetto e sono:

  • Ponza,
  • Palmarola
  • Zannone
  • Gavi
  • Ventotene
  • Santo Stefano

Non perdete e Piscine Naturali, le Grotte di Pilato, la Chiaia di Luna, Cala Feola e Cala Felce.

10-Nemi

Il  borgo di Nemi si trova nel Parco Regionale dei Castelli Romani,è famoso per aver mantenuto vive nel corso degli anni le sue tradizioni enogastronomiche, soprattutto per la sagra delle fragole che si tiene ogni anno la prima domenica di giugno e ospita numerosi turisti. Nemi è un borgo ricco di leggende, con un bellissimo lago e il museo delle navi Romane di Nemi.

Leggi anche “Lazio in Camper: 3 possibili tour. Cosa vedere“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *